venerdì 7 novembre 2014

Lettera aperta ad Alessandra Moretti e Simonetta Rubinato
, candidate alle primarie PD per il Veneto

Care Alessandra e Simonetta,
vi dedico poche righe di augurio per questa campagna elettorale che determinerà la prossima candidata del Pd a governatrice del Veneto. 


Le primarie sono e dovranno rimanere  lo strumento  per eccellenza del nostro partito atto a selezionare la classe dirigente e, soprattutto, a determinare i programmi politici.
Sono contenta che entrambe abbiate con coraggio e determinazione voluto intraprendere questo cammino: il Veneto è vicino ad una svolta ed è non solo interessante, ma molto significativo, che siano due donne a volerla interpretare.
Come ho già detto in passato, credo fermamente che in queste belle occasioni di democrazia sia necessario fare un passo indietro e ascoltare sempre ciò che gli elettori vorranno dirci. Auguro quindi ad entrambe di avere successo, e anche di poter sfruttare questa sfida per arricchire il proprio bagaglio politico-culturale aprendosi e stimolando la vicinanza con gli elettori. Credo fermamente che il nostro partito abbia valori insostituibili e complementari tra loro e che sia necessario valorizzarli tutti per ottenere il risultato vero, cioè togliere il Veneto a Zaia e alla Lega Nord, che tanti danni hanno creato.
Il mio lavoro nelle prossime settimane sarà cercare di contribuire al confronto più leale e aperto, mettendomi al servizio del Partito e del nostro programma, chiunque ne sarà alla testa, senza timori; ciascuna di voi ha infatti le capacità per essere un’ottima guida per il Veneto. Non trovo utili le manovre di schieramento, né le polemiche interne che disorientano i cittadini, quasi tutto fosse solo "posizionamento". Rischiamo di dimenticare che i cittadini vivono spesso situazioni difficili, con problemi concreti e vivono i giochini politici interni ai partiti con molta insofferenza. Sfrutto dunque questo spazio per invitare tutte le segreterie e i dirigenti regionali a mettersi sullo sfondo, a rinunciare ad un po’ di protagonismo e a lasciare che dal confronto tra voi esca il candidato più forte
Sono certa che non ci deluderete. Vi lascio con un abbraccio e un augurio di buona fortuna, nella speranza comune che queste elezioni siano partecipate da tanti cittadini veneti che vogliono il cambiamento, in modo di poter loro stessi diventarne protagonisti
Perché la vera partecipazione di tutte e di tutti alla politica regionale dev’essere la prima sfida da vincere in Veneto e in Italia.
Un carissimo saluto,
Laura Puppato


Nessun commento:

Posta un commento